Home > News > GIORNATA DELLA MEMORIA LA LETTERA DEL SINDACO AGLI STUDENTI

GIORNATA DELLA MEMORIA LA LETTERA DEL SINDACO AGLI STUDENTI

Generico - Comunicazioni Generali
Riposto - 27/01/2018


CITTÀ DI RIPOSTO
Città Metropolitana di Catania

Agli studenti delle Scuole di Riposto


Cari studentesse e studenti degli Istituti scolastici di Riposto
Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, una ricorrenza internazionale che ogni anno commemora le vittime dell’Olocausto. Il giorno celebra la data di liberazione dei prigionieri di Auschwitz nel 1945, ed è riconosciuto come la data simbolo in cui si pose fine a tutte le atrocità della Shoah, la persecuzione ed il genocidio degli ebrei avvenuto durante la Seconda guerra mondiale ad opera dei nazisti. Lo scopo è anche quello di ribadire la necessità di studiare e comprendere il passato, per evitare che nel presente si possa riproporre qualsiasi forma di persecuzione e discriminazione.
Per questa ragione “La giornata della Memoria” è stata istituita dalla Repubblica Italiana con la Legge 20 luglio 2000, n. 211 e anche dall’ONU, che nel 2005 ha proclamato la Giornata Internazionale della Commemorazione. Ed è proprio per far sì che la trasmissione della memoria alle generazioni future non vada mai interrotta che esiste già dal 1998 una task force internazionale, alla quale partecipano 31 paesi, Italia inclusa, che si chiama IHRA (International holocaust remembrance alliance) e che si occupa della didattica della Memoria della Shoah e dell’educazione delle nuove generazioni.

Il 2018 è però un anno in cui la celebrazione di questa giornata assume una particolare rilevanza, primo perché ricorrono gli 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali, per cui la riflessione su queste tematiche si protrarrà per tutto l’anno scolastico, e poi anche perché l’Italia per il 2018 avrà la presidenza dell’IHRA. L’attenzione che si porrà nel ricordare questa tragedia dell’umanità sarà ancora di più un’occasione per tutti noi per studiare e documentarsi attraverso le più svariate fonti, onde poter riflettere su come si possa essere giunti a tollerare tanto male; lo sterminio degli ebrei, infatti, è un evento universale che riguarda tutta l’umanità. 
Comprendere le ragioni storiche, valutare le riflessioni filosofiche, soffermarsi sulle produzioni letterarie che dagli anni delle leggi razziali ad oggi hanno cercato di analizzare quello che è stato definito come il prodotto della “banalità del male “ dalla filosofa Hannah Arendt, potrà aiutarci ad affrontare il presente in maniera critica, cercando di cogliere qualsiasi accenno di discriminazione per poterlo rimuovere dalla nostra società, agendo individualmente come essere umani, cittadini, studenti e collettivamente come comunità, società, stato.
È per questo che, in qualità di rappresentante del Comune di Riposto, sentendomi vicino alla popolazione tutta e in maniera particolare agli studenti che ne ripropongono lo sviluppo futuro, in questa Giornata della Memoria, desidero sinceramente unirmi a Voi e al vostro percorso di riflessione nel celebrare questa ricorrenza, per far sì che uniti si possa proseguire in un percorso di crescita, collaborazione e serena convivenza.


IL SINDACO
Dott. Vincenzo Caragliano

Allegati


  • Nessun documento presente