Home > Comunicati Stampa > CONSEGNATO MOLO FORANEO

CONSEGNATO MOLO FORANEO

Generico - Comunicazioni Generali
- 14/07/2014


La diga foranea del porto commerciale di Riposto, completata nel 2011, per un costo di oltre 10 milioni di euro, non era stata consegnata all’Autorità Marittima e quindi mai entrata in funzione,  oggi è stata ufficialmente restituita alla comunità ripostese.

Lo hanno comunicato ufficialmente, nel corso di un incontro nel salone del vascello del Municipio di Riposto, il sindaco Enzo Caragliano e l’assessore regionale al Territorio Mariarita Sgarlata. All’incontro hanno preso parte anche l’assessore al Porto, Antonio Di Giovanni, il presidente del Consiglio Mariella Di Guardo, il consigliere Paola Emanuela e numerosi rappresentanti di società di brokeraggio e della Lega Navale Italiana.

“Per Riposto è una giornata storica – ha commentato il sindaco Enzo Caragliano – quel tratto di banchina potrà essere destinato all’attracco di navi di medio tonnellaggio, imbarcazioni fino a 180 metri di lunghezza. Il porto commerciale diventerà cosi un importante punto di riferimento anche per il turismo di un certo livello, potranno, infatti attraccare, piccole navi con trasporto da 200 fino a 400 passeggeri, ma anche aliscafi, riprendendo i collegamenti con le isole Eolie. Dunque si aprono nuovi scenari per Riposto. Siamo ora nelle condizioni di avviare delle interlocuzioni con le società di brokeraggio per promuovere il porto e farlo diventare un indotto turistico”.

L’assessore regionale Sgarlata, dal canto suo, esprime la sua soddisfazione: “Sono felice di avere contributo a questa attesa riapertura all’uso pubblico del molo foraneo;  da parte della Regione c’è una attenzione particolare, ciò anche per un nuovo rapporto instaurato, una proficua sinergia tra Comune e Assessorato all’Ambiente; siamo sicuri che facendo sistema si potranno raggiungere obiettivi importanti.Restano adesso altri due appuntamenti, uno riguarda il molo pennello, un intervento provvisionale, per il quale c’è un finanziamento di 600 mila euro che spero si possa ottenere attraverso una riprogrammazione dei fondi europei.  E poi il completamento definitivo del porto per il quale occorre maggiore tempo ma sono fiduciosa di questa sinergia perchè si possa raggiungere anche questo importante e ambizioso traguardo”.

L’assessore al Porto, Antonio Di Giovanni ha espresso il proprio compiacimento: “Sono felice del risultato ottenuto in poco tempo, riuscendo a fare sintesi su un tema assai importante come il porto commerciale. Adesso occorre lavorare tutti per renderlo fruibile. Chiediamo un attenzione speciale della Regione e siamo ceri di trovare una formidabile collaborazione con l’assessore Sgarlata”.   

US/MARIO PREVITERA

Allegati


  • Nessun documento presente